Una cena nuova

Ogni cena dei popoli è nuova: una volta nasci povero, quella dopo ti trovi seduto al tavolo dei ricchi, l’altra ancora in fondo alla sala con qualche chicco di riso nel piatto..ed infine “dietro le quinte”.
Ed è proprio quando tocca a te organizzare e coordinare la cena che corri il rischio di farti prendere dall’abitudine, di non viverla con tutto te stesso.
Da qualche anno vari gruppi del Trentino fanno riferimento a noi, gruppo amici del Sermig di Mori, per chiederci di presentare ed animare cene dei popoli a gruppi di ragazzi che hanno conosciuto o stanno per conoscere il Sermig, o che, semplicemente, ne sono incuriositi.
Ogni cena dei popoli è nuova: ogni volta al “buon appettito” accadono cose nuove, vengono fatti interventi diversi e troviamo ulteriori spunti per arricchirci e migliorarci sempre di più.
Anche lunedì abbiamo fatto una cena dei popoli nuova: non possiamo cadere nell’abitudine! Proprio per questo, senza aspettarcelo, ci siamo trovati davanti a quasi un centinaio di persone di cui la stragrande maggioranza anziane. Senza esitare, dopo l’agitazione iniziale, abbiamo presentato e coordinato la serata, mettendoci la nostra faccia, ma lasciando parlare il Sermig, con la sua storia e i suoi insegnamenti.
E così abbiamo sconfitto l’apparente ripetitività di questa cena, vivendola da giovani nuovi, cambiando il modo di relazionarci con persone di età diverse dalla nostra e mettendo a disposizione tutti noi stessi, credendoci fino in fondo.
L’agitazione e la fatica sono state ripagate dallo stupore: e ne abbiamo visto i frutti! Molte persone sono rimaste colpite ed alcune hanno voluto approfondire quest’esperienza portandosi a casa un libro o un cd. 

 
Non sono stati i soli, però, a portarsi a casa qualcosa di nuovo: tutti noi siamo tornati a casa cambiati, con parecchi spunti di riflessione ed uno stimolo in più per vivere la quotidianità con lo spirito della cena di popoli: con lo stupore nel cuore.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *